SOSTENIBILITA' AMBIENTALE E PRODUZIONE ALIMENTARE

 

Il documento sottostante contiene il risultato di uno studio condotto dal Movimento Antispecista in occasione dell'Expo 2015 di Milano, nel quale vengono riportati in dettaglio ed elaborati a scopo previsionale i dati ufficiali relativi ai rapporti energetici ed alle conseguenze ambientali della produzione di carni nel mondo. Da tale analisi risulta inequivocabilmente che continuando con il sistema agroalimentare attuale, entro il 2030 sarà esaurita la terra coltivabile disponibile, l'acqua diverrà un bene raro, e l'inquinamento da gas serra farà aumentare la temperatura del pianeta di oltre 2 gradi C. entro la fine del secolo con gravissime ricadute sulla erosione del suolo da parte dei mari, sulle condizioni climatiche e di conseguenza sulla sostenibilità ambientale dell'incremento demografico, con grave pericolo per la pace nel mondo. L'unica forma di produzione agroalimentare sostenibile risulta quella basata sulla produzione di cereali, legumi, frutta e verdure, che richiede, rispetto alle carni, solo il 18% dell’acqua,  il 4,3% della terra, e genera circa il 60% in meno di gas serra!      

Nel documento vengono inoltre presi in considerazione gli argomenti etici che stanno alla base du una scelta ormai globale verso la rinuncia allo sfruttamento degli esseri senzienti, umani e non umani, e la necessità di modificare gradualmente le abitudini alimentari umane optando per il vegetarismo, intendendosi per tale il vegetarianesimo ed il veganesimo, pur nel rispetto di esigenze salitistiche, climatiche ed economiche che possono temporaneamente impedire l'adozione di tali principi alimentari. Uno speciale messaggio in tal senso viene rivolto nel documento ai curatori della 'Carta di Milano', affinché sia tenuto in considerazione tale aspetto etico, correlato al tema 'Nutrire il pianeta' dell'Expo 2015, e sia introdotto nella Carta delle Nazioni Unite il principio che gli animali non umani sono 'esseri senzienti', con le relative conseguenze di carattere morale, che non possono esaurirsi nella ricerca del loro 'benessere', sia ove essi siano allevati  e sfruttati per la produzione di cibo e altri beni di consumo, sia ove siano sfruttati per qualsiasi altro interesse umano.  


Nota: le 'Tabelle' contenenti i dati, le proiezioni, e le relative fonti, possono essere richiesti inviando una mail alla redazione del Notiziario ( ma@movimentoantispecista.org), alla attenzione di Massimo Terrile. Ci scusiamo di non poterle allegare al presente documento per ragioni tecniche. Grazie.


Cliccare sull'icona sottostante per scaricare  il documento.



150625_ma_sostenibilitaambientaleeproduzionealimentare_rapporto_150625.docx
Sostenibiltà ambientale e produzione alimantare_Rapporto 15/06/2015