Nominati dal sindaco di Milano 2 Garanti per la tutela degli animali.

Da ANMVI OGGI

27 marzo 2017

 

“Nuovi garanti degli animali marzo 2017 comune di Milano. Al via l’iter per l’affidamento del canile e gattile di via Aquila.

Il Comune di Milano ha nominato due nuovi garanti degli animali. Si tratta di Paola Fossati e Gustavo Gandini, entrambi docenti alla facoltà di Veterinaria della Statale l’una presso il Dipartimento di Scienze veterinarie per la salute, la produzione animale e la sicurezza alimentare, l’altro presso il Dipartimento di Medicina veterinaria, titolari di diversi corsi in materia, vantano una profonda conoscenza del mondo animale, una formazione specifica articolata, conseguita in Italia e all’estero, e una continua attività di ricerca e produzione scientifica.

I due Garanti hanno accettato l’incarico pro bono e si dedicheranno insieme ai compiti che prevede questo ruolo, condividendo le proprie competenze e mettendole al servizio della città di Milano per puro spirito di dedizione.

I due garanti non riceveranno compenso e affiancheranno l'amministrazione comunale nell'attuazione dei regolamenti e delle deliberazioni in materia, nello sviluppo di azioni e politiche finalizzate alla tutela degli animali, alla prevenzione di abusi e alla sensibilizzazione dei cittadini per un corretto rapporto uomo-animale.

Fossati e Gandini coopereranno con l'Ats (ex Asl), che ha un dipartimento veterinario, e con il canile sanitario. Interagiranno con le associazioni attive sul territorio nel campo della protezione animale; collaboreranno con la polizia locale e altri enti competenti nei casi di violazioni delle leggi o dei regolamenti inerenti la tutela degli animali.

«Abbiamo dedicato molta attenzione alla scelta dei nuovi garanti – ha detto l’assessore Roberta Guaineri – perché prendiamo molto seriamente il tema dei diritti degli animali. Dopo attente valutazioni, possiamo essere certi di aver individuato due nomi di alto profilo, che saranno dei preziosi alleati nelle nostre politiche in materia».

Osservazioni

Ci congratuliamo con la dr.ssa Paola Fossati e con il dr. Gustavo Gandini per la loro nomina a Garanti per la tutela degli animali (e non forse ‘degli animali’, come il comunicato dell’ANMVI riporta) come era la precedente dizione di tale funzione, affidata al Prof. Valerio Pocar dall’ex sindaco Pisapia. Gli animali infatti non necessitano che si garantisca alcunché per loro conto, bensì essere loro garantiti nei (pochi) diritti che gli sono stati riconosciuti dalla società umana, e difesi da qualcuno che ben conosca le leggi e si sappia orientare nella giurisprudenza in merito. Né tale fugura, specie in una città metropolitana come Milano, dovrebbe limitarsi a vigilare sul rispetto delle normative, macelli compresi (compito della ASL) o quelli sanitari a garanzia della salute di cittadini (a due o anche più zampe), ma prendere in  massima considerazione il rapporto umani-non umani ai fini della promozione di una cultura di corretta convivenza. Diversamente, verrebbe a mancare a questi ultimi, in considerazione del loro status di esseri senzienti, una più ampia tutela dei loro diritti, né gli umani potrebbero veder tutelato il ‘sentimento per gli animali’ riconosciuto loro dalla legge 189/2004 che istituisce il titolo IX bis del codice penale. La missione che dovrebbe essere vaffidata al Garante per la Tutela degli Animali è infatti tanto più importante quanto più alto è il grado di civiltà che una città cosmopolita come Milano dovrebbe voler raggiungere e quanto maggiori le sfide alle quali dovrebbe saper rispondere. Dalle prevenzioni volte a proteggere i più deboli,  alla promozione di un’etica rispettosa dei ‘diversi’.

Ci auguriamo pertanto che la dr.ssa Fossati (che abbiamo avuto il piacere di  conoscere nell’autunno del 2016, apprezzandone le tendenze antispeciste) e il dr. Gandini (che non abbiamoil piacere di conoscere), così come il sindaco dr. Sala e la dr.ssa Gaineri, vedano nella figura del ‘Garante’ non solo proiettato l’aspetto ‘tecnico’, bensì anche quello etico di promozione di un migliore rapporto tra cittadini di specie diverse. Fino alla promozione di scelte coraggiose che, seppur non ancora delineate nelle normative, diano la misura di quanto questa amministrazione desideri tenere in considerazione le tendenze etiche condivise da una parte in continua crescita della popolazione.

 

Saremmo poi lieti, benché la nostra associazione non abbia sede nel Comune o nella Provincia di Milano, di collaborare con altre associazioni e con i Garanti per individuare le migliori strategie per la realizzazione di tale obiettivo.

A tale proposito non possiamo non valutare positivamente (v. oltre) e portare ad esempio quanto messo in atto dal Comune di Tortona, uno dei pochi ad aver istituzionalizzato la figura del  Garante, non  solo in merito al ‘bando’ democraticamente emesso per il relativo concorso, ma anche per aver sottolineato l’importanza per tale figura dell’esperienza nel campo dei ‘diritti’ animali e la opportunità di una collaborazione con le associazioni portatrici di interessi nella materia, per ora ignorate dalla giunta milanese.

 

 

COMUNE DI TORTONA

IL SINDACO

 

A seguito dell’istituzione della figura del "Garante degli animali", mediante modifica dell’art. 3 del "Regolamento Comunale di tutela degli animali", approvata con delibera di Consiglio Comunale n. 47 del 30.7.2015

INFORMA

che è possibile presentare domanda per essere nominato “Garante degli animali.”

La nomina avverrà mediante decreto sindacale sulla base dei curriculum vitae che dovranno essere allegati alle candidature e che dovranno illustrare, in particolare, una riconosciuta e comprovata esperienza, competenza e professionalità in materia di diritti degli animali.

Il Garante degli animali, per le cui esatte competenze e funzioni si rimanda all'art. 3 del succitato Regolamento ed alle linee guida specificatamente deliberate dalla Giunta Comunale con provvedimento n. 64 del 28.05.2015, avrà in particolare i sotto indicati compiti:

  • Affermare e difendere tutti i principi e i valori fondamentali che riguardano il benessere e la protezione degli animali;
    • Interagire con le associazioni attive nel campo della protezione degli animali per proposte e suggerimenti;
    • Intrattenere rapporti di scambio, studio e ricerca con organismi operanti nell’ambito della tutela e della salvaguardia degli animali;
    • Implementare i progetti e le campagne di sensibilizzazione volte ad educare i cittadini ad un corretto rapporto con gli animali, campagne volte a contrastare il diffuso fenomeno dell’abbandono, progetti per migliorare l’esistenza degli abitanti non umani e di prevenzione e lotta ai maltrattamenti.

 

Omississ….

 

 

Tortona, li 1.9.2015

 

 

IL SINDACO

Dott. Gianluca BARDONE

ma_dossier_garantimilano_170614_letteraalsindacodimilano_garanti_pr.pdf
ma_dossier_garanti Milano_Lettera al sindaco di Milano_14/06/2017_Paola Re