CAMPAGNA PER LA COERENZA ANTISPECISTA 2017

Invito alle associazioni

 

Care amiche e cari amici,


comprendendo gli sforzi che tutte/i effettuate per la difesa degli animali non umani da molti anni e apprezzando i risultati che avete raggiunto, mi permetto di attirare la Vostra attenzione sul fatto che  riferirsi al ‘Natale’, o altre festività religiose monoteiste o meno, per le iniziative benefiche a favore degli animali non umani, avvalli esplicitamente una certa visione del ‘mondo’, e di conseguenza i principi specisti a cui tali credenze fanno riferimento.


Proporrei pertanto  di riferirci  unicamente, in tali occasioni - non solo per suscitare l’empatia umana ai fini della raccolta fondi, ma altresì per invitare  a non cibarsi di carni e altri prodotti di origine animale - a eventi a carattere non religioso, quali quelli relativi alle stagioni, a eventi geofisici, o storici, che non si richiamino comunque a principi ‘specisti’.


La tradizione ormai millenaria di riferirsi a certe credenze per suscitare sentimenti di pietà nell’animo umano nei riguardi degli altri esseri senzienti dovrebbe essere infatti rivista, considerando che proprio a causa di tali credenze (magari basate su necessità oggi superate o superabili) permane nella maggioranza degli umani l’ovvietà culturale di considerare i non umani quali ‘mezzi’ per i propri fini…


                Vi invito pertanto, se lo riterrete opportuno, a diffondere questo messaggio, riproponendolo ogni volta noterete il persistere di tale ‘rituale’, che non può non considerarsi una ‘dissonanza cognitiva’, certo non percepita da quanti la praticano, seppur a fin di bene.


Grazie


Massimo Terrile


Movimento Antispecista